Inserisci il codice prodotto che vuoi cercare. Puoi cercare un codice completo oppure solo una parte del codice desiderato.

Porti-Campeggi-Aree urbane

Porto turistico
Marina Villa Igiea (PA)

I lussuosi yachts attraccati a Marina Villa Igiea a Palermo sono alimentati dalle prese e spine della serie ALUMAX. Una gamma di prodotti mobili e da incasso, in lega di alluminio ad alti amperaggi, per impieghi
gravosi con grado di protezione IP67 utilizzabili con tensioni fino a 1.000 V.

Marina di Bogliacco
Bogliacco di Gargnano

Nel panorama suggestionante ed affascinante del Lago di Garda, lungo la costa bresciana, sorge la Marina di Bogliaco. Un porto protetto da un meraviglioso ambiente naturale, avvalorato dall’ottimale posizione geografica, per il vento e per la facilità di raggiungere golfi e baie, ed offrire a tutti coloro che amano la vela e la barca, la possibilità di poter soddisfare tutte queste esigenze.

Porto di Jebel Ali
Dubai

Jebel Ali possiede 71 attracchi. Il canale di entrata delimitato da boe inizia a 15 km fuori dal porto, ha una profondità di 17 metri e una larghezza di 320 metri. L’elemento di appeal di Dubai è costituito dalla Jebel Ali Free Zone (Jafza),che è l’hub ideale per lo stoccaggio e la distribuzione rivolto a un mercato di oltre 2 miliardi di persone.

Porto Sole ha compiuto trent’anni. Il porto turistico matuziano è stato il primo a nascere in provincia di Imperia, battezzando quello che nel corso degli anni è diventato uno dei canali più significativi del turismo rivierasco: la nautica da diporto.

Il Camping QUAI è un campeggio di 122 piazzole attrezzato per ricevere camper, roulottes e tende situato sul lago d’Iseo. La distribuzione di energia è affidata a 22 torrette bifacciali B-SMART composte da prese industriali 16A 2P+T. Le torrette sono fornite con l’oblò retroilluminato che consente di illuminare i percorsi di camminamento. Le torrette possono essere equipaggiate con un sistema prepagato di attivazione corrente.

Cascina Maggia
Brescia

La contrada dove Cascina Maggia è situata faceva verosimilmente parte della frazione Il Biocco.
Probabilmente di proprietà del Conte Cesare Martinengo Cesaresco, fu venduta nel 1653 a Diogene
Pietro Ruffetti; successivamente passò alla figlia Caterina, sposa di Francesco Vallotti, e da questi fu
lasciata alla figlia Marianna, sposa del Conte Onofrio Maggi da cui prese il nome.